L'Herpes Genitale Ricorrente

Gli episodi recidivanti di herpes genitale sono dolorosi e stressanti. Questi frequenti episodi spesso si traducono in un significativo disagio fisico, sociale e psicologico. L'impatto psicologico di herpes genitali ricorrenti non deve essere sottovalutato, perché i pazienti spesso si sentono stigmatizzati, depressi, hanno problemi nelle relazioni interpersonali, hanno paura di rappresentare una fonte d'infezione ed hanno una ridotta qualità della vita.

Si stima che circa il 35% dei pazienti affetti da herpes genitale presenti recidive frequenti. Circa l'85% delle persone affette da herpes genitale avrà almeno una recidiva entro il primo anno, con una media di 4 o 5 episodi.

La diagnosi di herpes genitale si basa solo sull'esame clinico. I test di laboratorio possono essere utilizzati per confermare l'infezione dell'herpes simplex (VSH). Ci sono 2 sottotipi di HSV: HSV-1 e HSV-2. Entrambi i sottotipi HSV possono causare un'infezione a livello genitale, ma è l'HSV-2 il più comune ed aggressivo nel causare episodi ricorrenti d'infezione erpetica.

Il virus HSV-2 può riattivarsi spontaneamente in qualsiasi momento con conseguente insorgenza di una recidiva. Dal momento che l'HSV-2 è in grado di rimanere silente e sfuggire al sistema immunitario, non esiste al momento nessuna cura definitiva per l'infezione erpetica. Fino a quando non si troverà una cura definitiva, il paziente affetto da herpes genitale rimarrà infetto per tutta la vita. Le recidive di herpes genitale si riducono tipicamente nel tempo, ma ciò non accade nel 35% dei pazienti, che non avranno una riduzione del numero delle recidive col passare degli anni.

Prima dell'introduzione del test genetico DermaGenoma per Herpes Genitali Ricorrenti, il medico non era in grado di dire al paziente quale fosse il suo rischio di recidive di herpes genitale. Il test genetico può essere di valido aiuto al medico per predire se il paziente sia a rischio di recidive di herpes genitale (più di 6 all'anno). Inoltre, i pazienti identificati come ad alto rischio per recidive ricorrenti hanno più probabilità di trarre beneficio dai cambiamenti dello stile di vita e dalla terapia anti-virale preventiva.